fbpx
Consigli sull’orologio da indossare sulle piste da sci
Share:

Quale orologio è opportuno indossare in inverno se si ha in programma una settimana bianca? Bisogna essere prudenti sulla neve! Bisogna assicurarsi che il modello da polso resista alle avversità sulle montagne. Inoltre bisognerebbe osservare delle regole essenziali affinché il vostro orologio non subisca danni durante le vostre avventure sulla neve. Continua la lettura dell’articolo se vuoi conoscere gli accorgimenti fondamentali per preservare il tuo Orologio sulle piste.

Evita gli orologi con cinturino in pelle

I cinturini in pelle non sono resistenti all’acqua. Se il cinturino in pelle viene bagnato, esso si scolorisce e si danneggia. Lasciandolo bagnato a lungo il risultato è che nel tempo esso perderà elasticità e potrà presentare crepe.
Massima attenzione è da prestare ai cinturini di pelle chiari, suggeriamo di evitare il contatto con l’abbigliamento di colore scuro, soprattuto se bagnato, in quanto potrebbe verificarsi un trasferimento di colore.
Quando il cinturino si squama, presenta delle crepe o se la superficie è dura o secca al tatto ti consigliamo di applicare un apposito balsamo per prodotti in pelle a conciatura vegetale.

Presta attenzione all’impermeabilità dell’orologio

Sembra banale ma l’acqua allo stato solido diventa ghiaccio o neve. Di fondamentale importanza è quindi l’impermeabilità dell’orologio. Il vostro segnatempo è impermeabile? L’impermeabilità deve essere di almeno 100 m (10 bar). Gli orologi che non hanno questa caratteristica si danneggeranno appena andranno a contatto con la neve.

La condensa o le goccioline d’acqua sotto il vetro ed all’interno dell’orologio (dovute a fenomeni di condensazione a causa della diversa temperatura tra l’interno dell’orologio e la temperatura esterna) non sono da sottovalutare. Rivolgiti al più presto presso il negoziante o l’orologiaio di fiducia. La cosa importante è muoversi in fretta per evitare che il fenomeno dilaghi dal vetro al meccanismo sottostante, provocando ruggine, ossidazioni e conseguenti interventi di riparazione.

Funzionamento anche a temperature sotto lo zero

Un’altra sfida che gli orologi devono affrontare sulle piste sono le temperature basse. I segnatempo meccanici devono svolgere il loro compito anche con un freddo pungente; oltretutto gli sbalzi termici tra caldo e freddo non dovrebbero avere un’influenza negativa sul movimento. Il punto debole è in questo caso la spirale del bilanciere. Essa è normalmente composta da leghe di metallo che reagiscono al variare delle temperature, ovvero possono contrarsi o dilatarsi. Di conseguenza, la sottile spirale del bilanciere è soggetta ad un’oscillazione irregolare, che comporta uno scarto di marcia. Nel peggiore dei casi l’orologio potrebbe fermarsi. Questo però solo in condizioni estreme, grazie a molti anni di ricerca, la maggior parte dei bilancieri moderni è molto resistente agli sbalzi termici.

 

Leave a Comment

Your email address will not be published.

X